divisione-c5-veneto

RIDUZIONE SANZIONI & CONTRIBUTO

E’ questo il  ” leitmotiv ” della seduta di Consiglio Regionale che ha visto importanti novità in tema di contribuzione.


 

Per quattro compagini del massimo campionato regionale, vale a dire A Team Futsal,  ACRAS Murazze, Perarolo Vigontina ed Eurogiorgione C5,  a 21 giorni dal termine della Regular Season  arriva la ” bella notizia ”  della riduzione della sanzione economica per non aver partecipato ad alcuna attività giovanile, con motivazioni non espresse ne Comunicato Ufficiale.



Praticamente il C.R. Veneto rinuncia ad incassare 5 mila euro che, sommati a quelli introitati da quelle Società a cui è stato posto a carico l’intera sanzione, costituivano un bel gruzzolo da inserire a concorso delle spese sostenute per l’organizzazione dell’attività giovanile del Comitato – dagli Allievi ai Giovanissimi agli Esordienti, per terminare con Pulcini e Piccoli Amici. Senza dimenticare l’intera attività giovanile femminile.

Tutte somme che potevano esser ad esempio utilizzate come contributi sulle quote d’iscrizione, oppure per l’effettuazione di attività promozionali societarie, oppure per l’acquisto di materiale sportivo e didattico da elargire alle Società, etc..  (il  Comunicato Ufficiale n. 1 della LND  – discusso e approvato all’unanimità da tutti i Presidenti Regionali –  lo indica).

A questo punto il C.R.V.  potrebbe dare pari riduzione economica anche alle altre Società interessate. Se dopo aver deliberato (C.U. n°40 del 21.01.2017) la conferma delle sanzioni, e dopo 41 giorni le si rivede creando un tourbillon tra gli addetti ai lavori per la mancanza di regole certe,  l’applicazione paritetica sarebbe di certo la soluzione migliore.

Rimane tuttavia il quesito che molte Società si porranno per il futuro. Se le sanzioni alla fine si riducono a sole 1250 euro, e se non arriveranno anche modesti contributi nelle forme più svariate, chi non avrà “ideali giovanili” non si dannerà certamente a renderli operativi visto che le sole spese di iscrizione (seconde squadre con una media di 15 atleti) si aggirano già sui 1000 euro.

 


 

La seconda bella notizia  è arrivata direttamente al presidente petrarchino Paolo Morlino a cui è stato concesso un contributo spese pari a 1000 euro per le “disagiate trasferte” di Coppa Italia in Sardegna e in Campania (contributo peraltro erogato nel mese di Novembre u.s. anche alla Società A Team Futsal per il recupero della gara di Campionato nella disagevole trasferta infrasettimanale a Porto Viro) .

Sono contributi che possono esser richiesti da tutti e a questo punto anche “dovuti”,

E nella stessa pari forma elargiti anche alle Società che partecipano alla fase di Coppa Italia Femminile (vedi Audace Vr), a quelle impegnate negli spareggi promozione indetti dalla Divisione Nazionale per il maschile e per il femminile, a quelle Società che accederanno alle fasi nazionali delle categorie giovanissimi, allievi e juniores, o più semplicemente ad esempio a chi per motivi vari si trova improvvisamente a non disporre più di una struttura e deve rimediarne altrove, etc.

 


 

E’ un segnale basilare quello che arriva dal C.R.Veneto  che rivede, anche a distanza di tempo, decisioni e regole di partecipazione ad una attività federale.

 


 

Importante è che queste riduzioni sanzionatorie e questi contributi non incidano sul Bilancio del Comitato Regionale. Perchè se così fosse saranno tutte le altre Società a dover ripianare, al momento dell’iscrizione ai Campionati, i “benefits” ora concessi alle loro consorelle.