bREGANZE IN PIAZZA

Serie A femminile tra luci ed ombre

Risultati altalenanti delle formazioni venete nel massimo campionato femminile dove si sono raccolti quattro dei dodici punti messi a disposizione dal calendario.


STUDIO TS


La terza giornata vedeva le vicentine del Futsal Breganzeesordire” in campionato. Dopo la sosta nelle due gare iniziali, il primo ostacolo che si frapponeva alle ragazze di mister Zanetti erano le biancocelesti della Lazio, scese in terra vicentina dopo aver collezionato l’en plein nei primi due incontri.

troiano_jessica_0_2264Ne è scaturito alla fine un 4 a 4 (tripletta di Jessica Troiano) dopo  che le vicentine erano andate al riposo in vantaggio per 2 a 1 ma con un pareggio in rimonta messo a segno su tiro libero dalla Pinto Dias a soli sessanta secondi dal suono della sirena.

Un match, come lo ha definito il tecnico breganzese, da luci ed ombre e su cui si dovrà lavorare, ad iniziare già da questa settimana in attesa di andar a far visita al Futsal Women Rambla nel primo derby veneto della stagione.

 


 

                                        studiotsweb              studiotsweb                       


Le neopromosse padovano stanno ancora pagando lo scotto in un campionato nuovo per molte di loro. I segnali positivi da parte delle ragazze guidate da Arianna Barcaro si sono già visti nell’incontro di domenica in terra laziale, in casa del Bellator Ferentum. Indicazioni che sono giunte da Colleferro dopo una prima frazione chiusasi negativamente sul 3 a 1. Ne è uscita successivamente una ripresa all’insegna del carattere e di una volontà di rimonta che le ha portate a sfiorare, negli ultimi due giri della lancetta dei secondi,  la rete di un pareggio su cui nessuno dei due quintetti avrebbe avuto da recriminare.


Chi sorride e incamera i primi tre punti dell’annata è il Real Grisignano di mister Turcato che grazie alle reti messe a segno da Prando e Brkan supera il Città di Falconara e relega le marchigiane all’ultimo posto di classifica.

Ultimo posto dove troviamo ancora  il Città di Thiene che non và oltre un 4 a 2 in terra calabra contro lo Sporting Lokrians.


studio ts