BOLZANO - VENETO - giovanissimi

TDR. LA FINALE ARRIVA A 18 SECONDI DALLA FINE

Come nelle trame di un film quando scopri l’assassino solo negli ultimi istanti così i Giovanissimi del Veneto han fatto loro la semifinale contri i pari età della Campania. Hanno “scoperto” la vittoria all’ultimo respiro.


 

Il cronometro  sembrava mandar tutti ai calci di rigore per decretare il nome della finalista ma Zecchinato decideva che i tiri dal dischetto erano un qualcosa in più per un match dove la supremazia veneta, specialmente ngiovanissimi veneto campania semifelle occasioni avute nella seconda parte dell’incontro, doveva esser premiata diversamente.

Recuperata palla il giocatore del Calcio Padova C5  si vedeva respingere il primo tiro dal portiere campano ma la successiva ribattuta di sinistro era inesorabile mettendo a segno uno dei palloni più pesanti di questo Torneo. E’ la rete del 2 a 1, quella che ti potrebbe aprire la porta della tanto sognata finale ma che devi diffendere con i denti dall’immancabile ultimo arrembaggio degli avversari. Il fortino resiste alla grande ed anzi in tabellino poteva entrare anche la terza rete se non fosse per quel suono di sirena arrivato una frazione prima che il pallone, in azione di contropiede, scuotesse nuovamente la rete .


Le prime fasi della partita vedevano due formazioni più attente a non commettere errori e a non subire la pressione avversaria in un equilibrio interrotto dopo due minuti da Murador che con un tiro incrociato mette in rete il vantaggio veneto.

Un’ottima fase difensiva non permetteva alla Campania di rendersi pericolosa se nokeep-calm-and-meno-18n solo su un’azione da calcio di punizione che costa il cartellino giallo al portiere Yagohubian reo, a detta del direttore di gara, di aver parato di mano fuori dall’area dei sei metri.

A metà ripresa arriva il momentaneo pareggio della Campania con un bel tiro ad incrociare. Una rete che non scuoteva oltremisura il morale dei ragazzi veneti anche se l’orologio continuava a scorrere tra occasioni fallite . Il tutto sino al fatidico minuto 19 e 42 secondi, il minuto di Zecchinato .


Nell’altro incontro in programma l’Emilia Romagna supera il Piemonte per 3 a 1. La finalissima vede pertanto due squadre che già si sono incontrate nella seconda giornata dello stesso girone di qualificazione.  Lunedi scorso il finale è stato un 5 a 3 a favore del Veneto ma domani, fischio d’inizio alle ore 9,00, al palaternesi di Foligno si partirà dallo 0 a 0.


 

ALBO D’ORO CATEGORIA GIOVANISSIMI      Per il Veneto è questa la quarta finale della categoria Giovanissimi su sei edizioni.  Il primo Trofeo, in un TDR che vedeva per la prima volta gareggiare compagini giovanili,  roberto quarantafu conquistato a Fiuggi (Lazio) nel 2013  con mister Nuvoletta opposti alla Puglia. L’anno successivo a Vasto (Abruzzo) Nuvoletta e C. furono invece sconfitti dalla Sicilia. Nel 2017 Mister Quaranta portò in Puglia i suoi ragazzi alla conquista del secondo titolo nazionale ed ora Marini e Rozzato tenteranno il tris.  A rompere la catena di successi veneti ci hanno pensato ancora la Sicilia e il Lazio.

 


DIRETTA DELL’INCONTRO     La finale (inizio ore 9,00) verrà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook della Lega Nazionale Dilettanti (facebook.com/LegaDilettanti) e sul sito web torneodelleregioni.lnd.it.