copertina verona calcio a 5

VERONA C5 : no Under 19 …. no problem !!!

Si continua con la politica dei giovani.


verona c5 under 21Dopo la dolorosa rinuncia al campionato nazionale Under 19, imputabile  principalmente all’allestimento di due rose giocatori numericamente e qualitativamente non competitive per le nuove regole introdotto nel campionato regionale Under 21, la  compagine del Presidente Luigi Gianmoena continua caparbiamente a portare avanti la politica dei giovani.


Il dirigenti del settore giovanile gialloblù hanno passato gran parte dell’estate visionando numerosi tornei. L’impresa di portare a casa campioncini in erba in taluni casi è stata abbastanza problematica per la concorrenza dei settori giovanili delle due società professionistiche cittadine del calcio a 11, generalmente a farla da padrone.


Alla fine la società ha messo a disposizione dei mister Alessandro Tittarelli e di Edoardo Rossini, per il Regionale Under 21, una rosa di 18 giocatori, sette dei quali in età under 19.  Dopo le prime due giornate di campionato si incomincia già ad intravvedere un qualcosa di positivo che porterà certamente soddisfazioni al sodalizio gialloblù.

L’esordio in campionato è coinciso con una sconfitta per una sola rete di scarto contro il quotato e  forte Noventa C5,  fornendo comunque una buona prestazione ma pagando per l’inesperienza ” … del noviziato..”.


         VERONAVERONAVERONAVERONAVERONAVERONA


verona under 21Nella seconda giornata di Regular Season i gialloblù sono andati a vincere in trasferta in casa del Carrè Chiuppano. Si è visto un passo in avanti rispetto al precedente incontro con l’evidente crescita sia dal punto di vista dell´intensità di gioco e sia di quella della condizione atletica.

Se l’intero staff tecnico della squadra non era preoccupato dopo la sconfitta, tutti sono rimasti con i piedi per terra dopo la vittoria ottenuta contro una squadra già amalgamata e di caratura superiore.


Da queste partite  sono emerse delle buone indicazioni sulle capacità dei singoli, completate da notevoli margini di miglioramento ancora da dimostrare. I due tecnici sono concordi bel fatto di avere molti giovani in squadra sotto età, alcuni alla loro prima esperienza nel futsal, e quindi con qualche difficoltà iniziale. Sono certi che nel prosieguo la squadra potrà solo crescere migliorando l’amalgama, la condizione fisica e l’apprendimento del calcio a cinque.


La parola d´ordine è una soltanto  ” ..  lavoro, lavoro, lavoro..”. Già arriva qualche frutto visto che sia il portiere Lucano che il laterale Mattioli sono agli ordini di mister Langè che ne sta già saggiando le qualità per un futuro sbarco in prima squadra.

In riva all’Adige, se son rose …. fioriranno  !!!